Approvata la legge per la “sicurezza “ …e contro l’umanità

13 years ago by in Articoli, Democrazia - Diritti Tagged: , ,

vauro-democrazia-clandestinaIl governo Berlusconi, agitando il pretesto della sicurezza, ha imposto al Parlamento, di cui ha il pieno controllo, l’adozione di norme discriminatorie nei confronti degli immigrati, quali in Europa non si vedevano dai tempi delle leggi razziali. Il cosiddetto “pacchetto sicurezza” (ora Legge 733-B) votato al Senato mischiando paura, ignoranza, intolleranza travalica ogni confine tra civiltà e giusta tensione alla convivenza civile dei cittadini. Con esso si sono dichiarati fuori legge i diritti degli uomini, delle donne e dei bambini, che hanno la sola colpa di non essere nati in Italia, che non sono cittadini italiani, che non hanno il permesso di soggiorno.

I residenti migranti in attesa di permesso di soggiorno perderanno ogni diritto: diventeranno di fatto criminali, non più sottoposti a procedure amministrative, bensì penali . Nemmeno i bambini potranno essere curati o frequentare la scuola senza rischiare denuncia ed espulsione precipitandoli disumanamente da dove sono fuggiti per fame, povertà, paura.

Ma dobbiamo ricordarci che i “clandestini” sono anche le “badanti”, le colf senza le quali non potremmo assistere i nostri cari, ammalati o anziani che sian; senza dimenticare i muratori, i manovali nelle fabbriche e nelle campagne, altrettanto indispensabili. La nuova normativa punisce infatti: “…lo straniero che fa ingresso ovvero si trattiene nel territorio delle Stato, in violazione delle disposizioni del testo unico…”. La norma parla chiaro: tutti coloro che sono privi di permesso di soggiorno sono da considerare delinquenti. Chi ha votato al Senato di schedare i clochard, di respingere i poveri, di denunciare gli stranieri ha tradito la sua stessa umanità.

Il nostro paese non può accettare che sia reato non la condotta, ma l’identità di una persona, né che si violi l’uguaglianza discriminando gli esseri umani sulla base di criteri nazionalisti e razzisti, né che si verifichino respingimenti in forma crudele e illegale dal territorio nazionale. Non possiamo accettare che la “sicurezza” dei cittadini sia affidata alle ronde invece di garantirla aumentando piuttosto la dotazione di mezzi e personale delle forze dell’ordine ed incrementandone l’efficienza ed efficacia di azione.

Questa legge, oltre che profondamente sbagliata, si dimostrerà ingestibile: in che situazione sono nostri tribunali, le nostre carceri e le nostre forze dell’ordine (… in difficoltà a fare il pieno di benzina alle auto di servizio)?

Che cosa potevamo attenderci da una classe politica che ci propina quotidianamente una “visione” della vita che delinea la costituzione materiale razzista del nostro paese? Affermazioni come “Non vogliano un’Italia multietnica” (presidente del consiglio, Berlusconi); “ Con i clandestini bisogna essere cattivi” (ministro dell’interno, Maroni); “Sulla metropolitana di Milano posti riservati ai milanesi ed alle persone perbene” (Salvini, ora ex deputato al parlamento, costretto a dimettersi per le ignobili parole contro i “napoletani” pronunciate spudoratamente da ultras razzista); “Milano sembra una città’ africana” (ancora Berlusconi) sarebbero sufficienti a ritenere chi ci governa antitetico alla Costituzione italiana. Per questo ci rifiutiamo di pensare che il popolo italiano, che ha una lunga e triste memoria di emigrazione e di maltrattamenti, dall’Italia verso tutto il mondo e più recentemente dal sud d’Italia al nord, si possa riconoscere in un governo del tutto privo di umanità.

Italia dei Valori – Partito democratico – Sinistra casalese

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam