Presentata l’assemblea di Sinistra e Libertà

12 years ago by in Articoli, SEL: c'è un'Italia migliore Tagged: , , , ,

Sinistra Ecologia e Liberta’ prende il largo con l’assemblea nazionale che si svolgera’ sabato e domenica a Roma. Presentato ieri da Nichi Vendola, Gennaro Migliore, Paolo Cento e Claudio Fava, l’appuntamento e’ il primo passo di un percorso che chiamera’ a raccolta i 1200 delegati eletti nelle assemblee provinciali e che precede il congresso costituente, in programma dopo le elezioni regionali di primavera. Per ora, ha spiegato Paolo Cento, il partito continuera’ a essere guidato da un coordinamento nazionale che restera’ in carica fino alle prossime assise.

Dopo aver manifestato la “piena e incondizionata solidarieta’ e vicinanza al premier” per l’aggressione di domenica a Milano, l’ex capogruppo del Prc alla Camera Gennaro Migliore, ha spiegato che ‘Sel’ si pone come forza di alternativa al governo Berlusconi. “Non vogliamo costruire l’ennesimo partitino o cartello elettorale -ha dichiarato- ma un progetto che ha l’ambizione di tornare a parlare a tutti il Paese” con un’identita’ socialista, ecologista e comunista.
Netto il giudizio negativo contro il governo Berlusconi, criticato in primo luogo per le politiche economiche adottate con la finanziaria e per la reiterazione dello scudo fiscale una “misura totalmente incomprensibile -ha sostenuto l’ex capogruppo del Prc- che privilegia il rientro dei capitali esportati illegalmente e favorisce i grandi evasori di fronte al proliferare delle difficolta’ economiche e sociali degli italiani, per alleviare le quali il governo non ha fatto nulla”.

Pur confermando un “rapporto privilegiato” di dialogo con il Pd, Sinistra Ecologia e Liberta’ ritiene un “grave errore l’opzione politica del grande centro”. Il dialogo con Bersani e i vertici democratici, ha aggiunto Migliore, “e’ centrale e va costruito sui contenuti di un programma condiviso”.

“Noi -ha spiegato invece Vendola- facciamo parte di una sinistra che si e’ smarrita. Tuttavia il nostro compito non e’ quello dell’autosufficienza ma di rimettere in circolo le energie, ricordandoci che tutti noi siamo stati sconfitti e che nessuno di noi, Pd incluso, ha la forza per costruire da solo l’alternativa al governo delle destre”.

vai alla fonte

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam