La sicurezza delle centrali nucleari é un’utopia.

11 years ago by in Ambiente, Articoli, Comunicati Stampa, Nucleare, Referendum 2011, SEL Coordinamento Regionale Tagged: , , , ,

“Non sappiamo ancora come si evolverà l’emergenza dei reattori nucleari giapponesi danneggiati in seguito al sisma, ma è di tutta evidenza che il problema della sicurezza sussiste e può diventare quanto mai tangibile e altamente preoccupante per tutti” afferma il Coordinamento piemontese di SEL in una sua nota.
Al di là di eventi catastrofici come terremoti e alluvioni, va ricordato che, nonostante le rassicurazioni dei filo nuclearisti, ad oggi non esiste un nucleare sicuro. In particolare per la tecnologia del reattore EPR, scelta dal Governo italiano per le quattro centrali che si vorrebbe costruire in Italia, esistono problemi di sicurezza ad oggi irrisolti e denunciati dalle Agenzie per la Sicurezza Nucleare di Francia, Finlandia e Gran Bretagna.
“Nella speranza che al più presto si arrivi ad un ripensamento sul nucleare da parte del nostro Governo così com’ è avvenuto in Paesi come la Germania – prosegue SEL Piemonte – si auspica che anche il Governatore Cota insieme alla sua Giunta riveda le sue posizioni a favore del nucleare, innanzitutto a partire dal fatto che in Piemonte il problema del vecchio nucleare è ancora lontano da una risoluzione. Infatti non dobbiamo dimenticare che oggi in Piemonte è allocato più dell’80% delle scorie nucleari italiane”

Coordinamento regionale SEL

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam