Bio

Nato nel 1977 a Casale Monferrato, Fabio Lavagno è deputato dal 2013.

Il suo arrivo tra i banchi di Montecitorio è frutto di un impegno costante e una passione per la politica nata negli anni del disimpegno, quando studente del liceo classico all’attivismo  politico affianca esperienze in associazioni culturali e giovanili sino all’adesione alla Sinistra Giovanile.

Conseguito il diploma, sceglie di trasferirsi a Venezia per studiare lingue orientali all’università Ca’ Foscari. Il percorso di studi lo porta attraverso nuovi territori e nuove realtà, come quella di Parigi e dell’università della Sorbona, dove compie studi di approfondimento storico.

Il rapporto con la terra d’origine resta forte anche negli anni fuori sede, e dopo la laurea nel 2001 ritorna a Casale Monferrato, dove la politica diventa presto impegno a tempo pieno.

L’adesione ai DS è lo sfogo naturale per sostenere i temi che più lo rappresentano: giustizia, ambiente, innovazione e libertà.

Nel 2004 viene eletto nel consiglio comunale di Casale Monferrato e nominato assessore con deleghe alla pubblica istruzione, servizi sociali, lavoro e politiche giovanili.

Nel 2008 si aggiunge la vicepresidenza dell’A.T.O. delle acque, cui segue l’anno successivo la rielezione in Consiglio  comunale.

Dopo aver ricoperto i ruoli di segretario cittadino, membro della segreteria di federazione e dell’assemblea regionale, arriva lo scioglimento dei Democratici di Sinistra.

Forte dell’idea che in Italia vi fosse una forza di sinistra pronta a sfide di governo, compie la scelta di aderire al movimento che ha portato alla nascita di Sinistra Ecologia Libertà, di cui diviene coordinatore regionale, carica che lascia nel luglio 2013.

Le sue scelte non convenzionali ma coerenti, la sua capacità di portare una voce nuova alla politica, e soprattutto la sua instancabile attività su tutto il territorio sono alla base della netta vittoria alle primarie, e la successiva elezione nel febbraio 2013 a deputato alla Camera a rappresentanza del collegio Piemonte II.

Il 24 giugno 2014 lascia il gruppo di SEL per contribuire, insieme ad altri deputati, alla costruzione dell’associazione e della componente LeD (Libertà e diritti – Socialisti europei) non condividendo la linea europea del partito che sia allontana dal PSE e la politica di opposizione a prescindere rispetto le politiche del governo.

Dal 17 novembre 2014 entra a far parte del gruppo del Partito Democratico.

Svolge la propria attività come componente della VI Commissione (Finanze) e della Commissione bicamerale per la semplificazione.

Documentazione Patrimoniale Curriculum Vitae Attività alla Camera Pagina sul sito della Camera Profilo su Openpolis Pagina Wikipedia

(*) A.T.O. delle acque
L’ambito territoriale ottimale (ATO), è un territorio su cui sono organizzati servizi pubblici integrati, ad esempio quello idrico o quello dei rifiuti (vedi Codice dell\’Ambiente, D. Lgs 152/2006 e successive modifiche, che ha abrogato la L.36/94). Tali ambiti sono individuati dalle regioni con apposita legge regionale (nel caso del Servizio idrico integrato con riferimento ai bacini idrografici), e su di essi agiscono le Autorità d\’ambito, strutture con personalità giuridica che organizzano, affidano e controllano la gestione del servizio integrato.,,Secondo la legge 42/2010, gli ATO avrebbero dovuto essere aboliti entro marzo 2011 e le funzioni riattribuite dalle regioni; la tematica è tuttavia connessa con i referendum abrogativi del 2011 in Italia.,
(Fonte Wikipedia)

The author didnt add any Information to his profile yet

  • Published: 1252 posts