L’assurdo destino riservato ai pendolari piemontesi

8 years ago by in Casale M. -Consiglio Comunale, Comunicati Stampa, SEL Coordinamento Regionale, Trasporti Tagged: , , ,

La situazione dei trasporti piemontesi se prima risultava essere assurda ora, se in gioco non vi fosse il destino dei pendolari, assume toni che sembrerebbero farseschi.

E’ un vero e proprio rimpallo di responsabilità, infatti,  quello che le amministrazioni di Centro-Destra, che hanno la maggioranza sia in Regione che in Provincia di Vercelli, stanno facendo rispetto al mantenimento e al finanziamento delle corse sostitutive con autobus delle tratte Casale-Vercelli e Santhià-Romagnano.

La situazione dei pendolari piemontesi, già gravata da anni di inefficienza e progressiva riduzione del servizio era stata resa ancora più drammatica dal taglio di 12 linee ferroviarie nella scorsa primavera sostituite appunto da trasporto sostitutivo su autobus.

La situazione dei trasporti piemontesi se prima risultava essere assurda ora, se in gioco non vi fosse il destino dei pendolari, assume toni che sembrerebbero farseschi.

E’ un vero e proprio rimpallo di responsabilità, infatti,  quello che le amministrazioni di Centro-Destra, che hanno la maggioranza sia in Regione che in Provincia di Vercelli, stanno facendo rispetto al mantenimento e al finanziamento delle corse sostitutive con autobus delle tratte Casale-Vercelli e Santhià-Romagnano.

La situazione dei pendolari piemontesi, già gravata da anni di inefficienza e progressiva riduzione del servizio era stata resa ancora più drammatica dal taglio di 12 linee ferroviarie nella scorsa primavera sostituite appunto da trasporto sostitutivo su autobus.

0 Responses to “L’assurdo destino riservato ai pendolari piemontesi”


emanuelevitale
24 gennaio 2013 Rispondi

Per non parlare della periferia estrema della regione,il Verbano-Cusio-Ossola, assurdo che per arrivare nel proprio capolugo di regione studenti e lavoratori debbano intraprendere un viaggio con almeno un cambio ad Arona, più altri eventuali in base agli orari!
Impossibile per uno studente di Verbania studiare a Torino facendo il pendolare.
E i tagli sembrano non finire mai.
L’alta velocità sfrecciata tra Torino-Milano-Firenze-Roma…e intanto tutti i pendolari d’Italia stanno a terra.

Vogliamo un’Italia Migliore.

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam