Partiamo dalle cose che abbiamo detto avremmo fatto

9 years ago by in Articoli

In quadro complesso, in cui occorre trovare soluzione e avere ben chiara in quale situazione si trova il Paese, Sinistra Ecologia Libertà ha deciso di iniziare immediatamente i  propri lavori parlamentari con la presentazione di progetti di legge chiari e costruiti anche durante la fase della campagna elettorale.
Provvedimenti che nascono dal confronto che in questi mesi ci sono stati con le associazioni, con i gruppi, coi movimenti sociali.

Tra i primi provvedimenti presentati la riscrittura delle norme anticorruzione, così come molti parlamentari si erano impegnati a fare con Libera, sottoscrivendo l’iniziativa “Riparte il futuro”.
La reintroduzione della legge contro le dimissioni in bianco, così come la reintroduzione del falso in bilancio. Tra gli impegni assunti come singoli candidati e ora sottoposti come veri e propri provvedimenti di legge quello di consentire il il matrimonio fra individui dello stesso sesso e di misure per dare seguito ai risultati del referendum sull’acqua pubblica.

Porteremo certamente avanti il progetto promosso da Legambiente per la tutela della bellezza e la salvaguardia del paesaggio e daremo corso attraverso una mozione che metta la parola fine alla vicenda degli F35 per spostare le risorse per un piano straordinario di manutenzione delle scuole e del territorio.

Tutto ciò riguarda solo le primissime battute di questa nuova legislatura poi sosterremo  quelle proposte di legge popolare, quelle che si dovrebbero discutere in Parlamento una volta raccolte 50 mila firme. E si sta parlando del reddito minimo e quella sulla cittadinanza ai figli di migranti nati in Italia.

Si tratta dei primi provvedimenti che non esauriscono la drammatica emergenza sociale, economica che coinvolge il nostro Paese, ma indicano la strada la direzione in cui intendiamo muoverci in un’ottica di cambiamento.

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam