Klinker Sire: è necessario offrire certezze ai lavoratori

9 years ago by in Articoli, Attività Parlamentare, Comunicati Stampa, Interrogazioni, Lavoro - Welfare

Durante la campagna elettorale, una delegazione di lavoratori della Klinker Sire  avevano incontrato a Bra Nichi Vendola e gli altri candidati di SEL, tra cui Fabio Lavagno, oggi eletto deputato nel collegio Piemonte 2.

Con loro “Sinistra Ecologia Libertà” si era presa l’impegno di seguire con attenzione la vicenda di questa importante azienda, leader nella produzione di materiali per l’edilizia che, causa crisi, dall’agosto 2012 ha fatto ricorso alla cassa integrazione che scadrà ad agosto 2013.

Come se non bastasse, a fine anno, l’azienda ha annunciato la messa in liquidazione volontaria, nonostante un bilancio certificato in attivo.
La rigidità interpretativa della normativa prevedeva che per accedere a un secondo anno di ammortizzatori fosse necessaria la ricollocazione del 30 per cento dei lavoratori, obiettivo arduo da realizzare in così poco tempo e in un momento economico tanto difficile.

Il recogazioneente incontro avvenuto presso il Ministero del Lavoro con i sindacati sembra aver reso più elastico questo processo, ma molto resta da fare.

Per ottenere risposte su questi temi, nei prossimi giorni, Fabio Lavagno presenterà un’apposita interrogazione urgente al Governo.

«Nonostante i parziali passi avanti fatti – afferma Lavagno – è necessario fornire certezze ai lavoratori e, così come richiesto dalle maestranze, bisogna avviare i processi che possano avvicinare alla pensione coloro che ne hanno i requisiti e garantire a tutti i dipendenti Klinker Sire l’accesso agli ammortizzatori del caso».

Testo interrogazione

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam