Ok Camera ad aggravante negazionismo, ecco cosa prevede il ddl

6 years ago by in Atti Approvati, Attività Parlamentare Tagged: , ,

Si’ dell’Aula della Camera al ddl che introduce nel codice penale l’aggravante di negazionismo. Il testo, approvato con 340 si’, un no e 107 astenuti, torna al Senato in quanto e’ stato modificato a Montecitorio rispetto alla versione licenziata a Palazzo Madama.

Il testo, composto da un solo articolo, modifica la legge 654/1975 di ratifica ed esecuzione della convenzione internazionale sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale, aperta alla firma a New York il 7 marzo 1966: tale legge puniva con la pena della reclusione fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a 6mila euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi; con la reclusione da sei mesi a quattro anni, chi, in qualsiasi modo, istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.

Il disegno di legge all’esame della Camera circoscrive la rilevanza penale della istigazione alle sole condotte commesse “pubblicamente” e prevede un aumento di pena, nei casi in cui la propaganda, la pubblica istigazione e il pubblico incitamento si fondino “in tutto o in parte sulla negazione della Shoah ovvero dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra” come definiti dallo Statuto della Corte penale internazionale, ratificato dall’Italia con la legge 232 del 1989 “tenendo conto dei fatti accertati con sentenza passata in giudicato pronunciata da un organo di giustizia internazionale ovvero da atti di organismi internazionali e sovranazionali dei quali l’Italia è membro”.

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam