L’altalena dei diritti. Quando le politiche sociali non si fanno più.

9 years ago by in Archivi, Democrazia - Diritti, Lavoro - Welfare Tagged: , , ,

È un vero e proprio allarme rosso quello che circola in queste ore sulle politiche sociali. E a subire il contraccolpo di questo allarme sono, come al solito, i cittadini.

Stiamo parlando di un dossier firmato Spi Cgil che calcola come, negli ultimi 5 anni, il fondo per le politiche sociali abbia subito un taglio del 75% passando dagli originari 923,3 milioni di euro a 69,95 milioni. Alcuni tipi di finanziamento sono stati aboliti dal precedente governo e mai reintegrati dal gruppo dei tecnici, nonostante le numerose richieste e proteste in tal senso.

Il rischio è quello di non avere piú i fondi necessari per l’assistenza alle persone e alle famiglie. E non solo. Siamo ormai al tracollo del nostro sistema ed è necessario ridisegnare da capo a piedi tutti quei servizi di tutela del cittadino, essenziali non solo da un punto di vista contributivo, ma che sono fondamentali come diritti umani.

E come tali andrebbero trattati.

Ci si ritrova, invece, in un paese privo di assistenza -a livello nazionale come a livello locale- e sempre piú stretti nella morsa delle entrate tributarie.

La necessità di costituire uno stato che investa sul sociale, ora piú che mai, deve diventare una priorità.

È l’Italia a chiederlo.

Leave a Comment


Protected by WP Anti Spam